Blog Scire
Letteratura medica per la pratica clinica
Danilo di Diodoro Informazione scientifica applicata Azienda Usl di Bologna
 
Home Page : Articolo
Scire Post 3: I casi di Richard
di Danilo di Diodoro (pubblicato il 27/05/2008 alle 02:51:30, in Post)

Martedì 27 maggio 2008

In piena epoca di revisioni sistematiche e metanalisi, rispunta alla grande, inaspettato, il caso clinico singolo. E manco a dirlo, quando c’è una rivoluzione di questo genere, dietro non può esserci che lo zampino di Richard Smith, mitico ex direttore del BMJ, icona della letteratura medica mondiale, e globetrotter delle conferenze internazionali sull’argomento. Ecco che ti combina Richard. Lo scorso 12 maggio apre sul sito di BioMedCentral (BMC) una nuova rivista on line, chiamata Cases Journal (1), il cui obiettivo è pubblicare qualunque case report che sia autentico, comprensibile ed etico, anche se non innovativo o particolarmente originale. Al contrario di quello che fanno le altre riviste, che hanno alti tassi di articoli respinti, la regola di base di Cases Journal è che tutti i casi inviati saranno pubblicati, nel giro di poche ore. Per di più, a pubblicare non saranno solo i medici, ma anche gli altri operatori sanitari, e, guarda guarda, i pazienti stessi. Anzi, dice Richard, il caso ideale è quello pubblicato insieme da medico e paziente. Una bella rivoluzione copernicana, non c’è che dire.

Ma non è finita qui. Il caso ideale dovrebbe essere lungo circa 600 parole, ma saranno accettati anche lunghi casi descrittivi, quelli che in sostanza raccontano una storia di malattia che può diventare anche una storia di vita. Tipo i casi clinici di Freud, per intenderci. Ovviamente la rivista sarà open access, tutti potranno leggere gli articoli full text, e gratuitamente, e i casi usciti su Cases Journal saranno pubblicati anche su PubMed Central, il più prestigioso portale di accesso alla letteratura biomedica internazionale open access. E visto che anche se si tratta di una rivista on line, ha comunque dei costi di gestione, a pagare sarà chi pubblica, non chi legge, secondo il modello chiamato Author pays, avanzato negli ultimi anni nell’ambito del movimento open access. Comunque ci sarà anche una peer-review, però non quelle normali, di cui Richard Smith ha più volte ricordato la totale inefficienza. I revisori di Cases Journal avranno il solo compito di verificare che il caso clinico presentato sia comprensibile, autentico, scevro di problemi etici (ci vorrà una liberatoria da parte del paziente descritto nel caso) e completo. Però i revisori potranno anche segnalare se si tratta di un caso che rappresenta un passo avanti nelle conoscenze della Medicina. Se così fosse, il caso sarebbe poi pubblicato anche sul Journal of Medical Case Reports, rivista sempre del gruppo di BMC inaugurata all’inizio del 2007, ma che funziona in maniera tradizionale, non ha nessuna delle esplosive innovazioni introdotte da Richard Smith.
 
E siccome Richard è appunto esplosivo, è lui stesso a pubblicare il primo caso (2), e lo fa da paziente, raccontando di quando è andato a Pechino all’inizio dell’anno e si è beccato una misteriosa tosse apparentemente non sostenuta da nessuna infezione e forse causata dall’inquinamento dell’atmosfera cinese. Al di là dello stile molto accattivante che Richard Smith utilizza sempre in qualunque sua impresa (tanto da cogliere anche l’occasione per raccontare nella storia di Pechino di aver fatto uso, da giovane, di marijuana), questa nuova rivista apre uno squarcio improvviso nella tendenza della Medicina contemporanea. Obiettivo, ambizioso, della rivista è di raccogliere in breve decine di migliaia di casi clinici, andando a costituire un enorme database, che potrà essere interrogato da chiunque, alla ricerca di casi simili al proprio, sia che si tratti di un medico, sia che si tratti di un paziente.
 
Ma come, ma l’Evidence Based Medicine (EBM), di cui Richard è stato uno dei principali epigoni internazionali, non aveva già stabilito una volta per tutte che quello che conta sono i grandi trial clinici, le revisioni sistematiche e le metanalisi, e giammai il singolo caso clinico, proprio per evitare gli inevitabili bias che il singolo caso clinico porta inevitabilmente con sé? Beh, per essere precisi, lo stesso David Sackett, padre dell’EBM, aveva detto che per praticare l’EBM, contano le prove di efficacia, ma contano anche l’esperienza del medico e le preferenze del singolo paziente, anche se questi due ultimi aspetti, nel tempo si sono leggermente offuscati. L’area delle preferenze del paziente si è progressivamente assottigliata nella medicina istituzionale, ed è stata invece largamente occupata, ad esempio, dalle medicine non convenzionali, che non a caso negli ultimi anni hanno conosciuto una grande ondata di consenso popolare.
 
Comunque, se i piani di Richard andranno a buon fine, tra qualche anno avremo il più grande database interattivo di casi della Medicina, e saranno casi continuamente aggiornati dagli stessi autori, quindi potremo anche sapere come andranno a finire. Insomma, a me sembra che quello che sta nascendo sia una grande Wikipedia dei casi clinici della Medicina contemporanea, con tutto quello che ne potrà conseguire. L’operazione di Richard Smith è in pratica l’applicazione alla Medicina dei principi e delle pratiche del Web 2.0. Chissà quali sviluppi potrà avere. Sarà bene tenere d’occhio la faccenda. E a proposito di occhio. Vorrei ricordare la rivista italiana Occhio Clinico, diretta da Roberto Satolli, uno dei più illuminati giornalisti medico scientifici italiani. Occhio Clinico fu inaugurata nel 1995, e, alla luce di questi ultimi sviluppi, bisogna proprio dire che riuscì a guardare molto avanti. Occhio Clinico è infatti una rivista dedicata, guarda un po’, ai casi clinici, è una rivista che parte dal caso singolo per cercare di trarne una lezione più generale per la pratica clinica. Molto coraggioso, in un’epoca in cui il caso clinico singolo sembrava per sempre immolato sull’altare dell’EBM.
 
Per leggere la bibliografia citata nel Post clicca sui rispettivi link:
 
1) Smith, R. Why do we need Cases Journal. Cases Journal, 2008, 1:1
 
2) Smith, R. Beijing cough: a case report. Cases Journal 2008, 1:3

 
 
 
# 1
Forse le due impostazioni possono andare di pari passo qualora il Cases Journal sia maggiormente focalizzato alla clinica lasciando l'aspetto terapeutico (che noi andiamo a cercare sulle riviste Ebm) aperto.
di  Claudio Degli Esposti  (inviato il 27/05/2008 alle 16:09:03)
 
Anti-Spam: digita qui sotto le 6 cifre CAPTCHA

Testo (max 1600 caratteri)

Nome e Cognome, Struttura o Associazione di appartenenza

e-Mail oppure Link


Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato
 
 
 
 
Danilo di Diodoro
Chi è Danilo di Diodoro Chi è Danilo di Diodoro
Medicina delle Meraviglie Medicina delle Meraviglie
(lettura online su Blogspot)
Medicina delle Meraviglie Medicina delle Meraviglie
(scarica il formato epub)
Medicina delle Meraviglie Medicina delle Meraviglie
(scarica il formato mobi)
Segui su Twitter Danilo di Diodoro
 
Titolo
Inserisci una parola chiave
 

 
Titolo
Podcast (24)
Post (170)

Raccolti per mese:


Ultimi commenti:

Consiglio vivamente a tal prop...
21/07/2017 alle 17:38:47
di Rosario Carulli

La visita dal proprio medico ...
21/07/2017 alle 15:34:59
di Loredana Nazziconi. Mmg

Sono la componente laica (tuto...
08/05/2017 alle 10:48:52
di Marisa Clementoni Tretti - Mov. Diritti del Malato

Articolo interessante. La part...
05/05/2017 alle 18:59:59
di Enrico Delfini. Mmg

Caro Danilo concordo in tutto ...
05/05/2017 alle 10:30:05
di Piero de Carolis Neurologo AUS Bo

Ho trovato quanto scrivi estre...
05/05/2017 alle 10:10:07
di Leo Orselli cardiologo territoriale AUSL Bologna

Viene sottolineata ancora una ...
29/08/2016 alle 12:30:25
di Leo Orselli Cardiologo Territoriale Ausl Bologna


 
Titolo

il sito di social bookmarking di Scire. Tienilo d'occhio, ci troverai link ad articoli importanti, man mano che sono pubblicati. Ultimo aggiornamento: 26 giugno 2015

Si legge: "doc to doc", da medico a medico. un luogo di discussione e scambio di opinioni tra medici di tutto il mondo.


 
Titolo

È la raccolta dei principali collegamenti citati nei post. Compaiono qui sotto quelli più recenti; gli altri si visualizzano cliccando qui, o in fondo, su
Storico Storico

21/07/2017
Il Grand Round sugli Annals of Internal Medicine
Should Patients Have Periodic Health Examinations?

05/05/2017
L'editoriale del NEJM
Resisting the Suppression of Science

27/03/2017
L'articolo sui Proceedings of the National Academy of Sciences of the United States of America
Highly efficient Cas9-mediated gene drive for population modification of the malaria vector mosquito Anopheles stephensi

27/03/2017
L'editoriale su JAMA
Ethical and Societal Questions Loom Large as Gene Editing Moves Closer to the Clinic


 
 
 
 
 
Per visualizzare i feed in Internet Explorer necessario disporre di MSXML3 SP5 o vers. successiva.
 
 
Ci sono 12 persone collegate

 
 
Web Site Store Bologna
Web Design & Development
ICT Business Solutions