Blog Scire
Letteratura medica per la pratica clinica
Danilo di Diodoro – Informazione scientifica applicata – Azienda Usl di Bologna
 
Home Page : Articolo
Post 130 - Cittadino, attento alla variabilità
di Danilo di Diodoro (pubblicato il 11/10/2013 alle 08:39:22, in Post)

Venerdì 11 ottobre 2013

L’accesso alle prestazione sanitarie, di prevenzione o di cura, è diverso da zona a zona e per le diverse fasce di popolazione, così che si genera una disuguaglianza anche tra i cittadini di una stessa nazione. E’ vero anche per l’Italia, come dimostra una ricerca pubblicata sulla rivista Health Promotion International da un gruppo di ricercatori del Dipartimento di economia dell’Università Ca’ Foscari di Venezia: M. Braggion, S. Campostrini e G. Bertin: Socio-economic differences in healthcare access from a walfare system perspective, Italy: 2007-2010. 

La ricerca ha preso in esame la probabilità che una donna ha di essere sottoposta al Pap-test, e ha consentito di scoprire l’esistenza di significative disparità connesse ad alcune variabili, come il livello economico e culturale, ma anche il tipo di organizzazione sanitaria esistente nelle varie macroregioni italiane, con il relativo peso dato alle attività sanitarie territoriali e alle specifiche azioni di promozione del test. Quello della disparità di accesso a servizi sanitari di provata efficacia, come è il caso del Pap-test, è uno dei vari aspetti che può assumere la variabilità delle prestazioni sanitarie.

Ne parla Marco Geddes da Filicaia in un libro intitolato Cliente, paziente, persona – Il senso delle parole in sanità (Il Pensiero Scientifico Editore, Roma 2013) . Il libro passa in rassegna, con un linguaggio chiaro e ampi riferimenti culturali, molte delle parole che sono entrate a far parte del linguaggio della sanità, ad esempio i termini cliente, paziente, centralità del paziente, presa in carico, budget, spreco e fragilità. A proposito della variabilità spaziale delle prestazioni, ossia quella che si può rilevare nel confronto di attività erogate da diversi ospedali o servizi territoriali, l’autore distingue, oltre a quella dovuta al caso, la variabilità determinata dalla domanda e quella determinata dall’offerta.

Scrive: La domanda è dipendente dalla prevalenza delle patologie (e quindi dai determinanti di salute), dalle decisioni dei pazienti, dalle indicazioni/prescrizioni che il medico di base dà al proprio paziente, ecc. L’offerta è conseguente alle risorse (medici specialisti, posti letto, liste di attesa, attrezzature diagnostiche, ecc.) alle linee guida, alla configurazione dei servizi, alla preparazione e alle abitudini dei professionisti, alle modalità di accesso e di pagamento delle prestazioni. L’interrelazione fra i determinanti della domanda e i determinanti dell’offerta viene così a produrre un’ampia variazione di prestazioni – a cui talvolta non è estraneo neanche il malaffare – che risulta abitualmente maggiore per tutte quelle ‘azioni’ per le quali l’evidenza è più debole e vi è maggiore incertezza di comportamento fra i professionisti.” 

Laddove c’è una variabilità di prestazioni si annida pressoché invariabilmente l’inappropriatezza. E’ possibile ad esempio che si facciano troppe prestazioni non necessarie o che, al contrario, non se ne facciano abbastanza di quelle necessarie, come nel caso sopra riportato del Pap-test.

Marco Geddes da Filicaia riporta anche alcuni esempi lampanti di variazioni nelle prestazioni sanitarie in diverse zone d’Italia. “L’utilizzo di antibiotici nel 2009 (DDD/1000 abitanti)” scrive “varia, per regione, dal 12,9 al 35,8; i parti cesarei sono il 14% dei parti nell’Azienda ospedaliera di Reggio Emilia e il 50,3% nel Policlinico Umberto I di Roma."

In molte aziende sanitarie italiane sono attivi sforzi organizzativi e di governo clinico finalizzati a tentare di superare variabilità così difficilmente giustificabili anche davanti agli occhi dei pazienti, i quali sempre più dovrebbero domandarsi i motivi di tali differenze e anche chiederne direttamente conto a chi di dovere.

 
 
 
# 1
Davvero interessante questo post e il libro citato.
Questa disparità di accesso è verificabile quotidianamente nei servizi. Ad esempio, un altro ambito,in cui la prevenzione è fondamentale, è l'assistenza in gravidanza,che è noto essere molto influenzata dal contesto socio culturale della donna:donne immigrate, donne con scarsi mezzi economici,donne che vivono in contesti familiari violenti...
di  Grazia Lesi  (inviato il 12/10/2013 alle 09:51:28)
 
Anti-Spam: digita qui sotto le 6 cifre CAPTCHA

Testo (max 1600 caratteri)

Nome e Cognome, Struttura o Associazione di appartenenza

e-Mail oppure Link


Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato
 
 
 
 
Danilo di Diodoro
Chi è Danilo di Diodoro Chi è Danilo di Diodoro
Medicina delle Meraviglie Medicina delle Meraviglie
(lettura online su Blogspot)
Medicina delle Meraviglie Medicina delle Meraviglie
(scarica il formato epub)
Medicina delle Meraviglie Medicina delle Meraviglie
(scarica il formato mobi)
Segui su Twitter Danilo di Diodoro
 
Titolo
Inserisci una parola chiave
 

 
Titolo
Podcast (25)
Post (176)

Raccolti per mese:


Ultimi commenti:

Ciao a tutti, voglio solo dare...
16/08/2019 alle 22:25:00
di melisa eva

Attenzione:Stai cercando una R...
21/06/2019 alle 00:19:09
di MRS KATHY HALL

Per Clementoni Tretti: le evid...
12/10/2018 alle 16:00:14
di Roberto Iovine

Ancora sull’omeopatia??????Leg...
12/10/2018 alle 15:55:56
di Roberto Iovine

Mi piacerebbe capire se la cur...
12/10/2018 alle 10:22:49
di M.Clementoni Tretti Mov.x i diritti del malato BS

Sarebbe utile che i medici di ...
30/03/2018 alle 13:50:31
di Marisa Clementoni Tretti Mov. Diritti del malato

Perché non lo sappiamo che i 2...
22/11/2017 alle 11:48:38
di libero professionista


 
Titolo

È il sito di social bookmarking di Scire. Tienilo d'occhio, ci troverai link ad articoli importanti, man mano che sono pubblicati. Ultimo aggiornamento: 26 giugno 2015

   

Si legge: "doc to doc", da medico a medico. È un luogo di discussione e scambio di opinioni tra medici di tutto il mondo.


 
Titolo

È la raccolta dei principali collegamenti citati nei post. Compaiono qui sotto quelli più recenti; gli altri si visualizzano cliccando qui, o in fondo, su
Storico Storico


 
 
 
 
 
Per visualizzare i feed in Internet Explorer è necessario disporre di MSXML3 SP5 o vers. successiva.
 
 
Ci sono 56 persone collegate

 
 
Web Site Store Bologna
Web Design & Development
ICT Business Solutions