Blog Scire
Letteratura medica per la pratica clinica
Danilo di Diodoro – Informazione scientifica applicata – Azienda Usl di Bologna
 
Home Page : Articolo
Post 123 – Alltrials, oh yes...
di Danilo di Diodoro (pubblicato il 23/04/2013 alle 10:18:48, in Post)

Martedì 23 aprile 2013

Partecipate alla campagna Alltrials, sostenuta in Italia anche dall’associazione intitolata Associazione Alessandro Liberati – Network Italiano Cochrane (ALi–NIC) . Firmate anche voi se volete contribuire a garantire che tutti i trial clinici siano registrati prima ancora che inizino e che e tutti i loro risultati siano pubblicati o comunque resi pubblicamente disponibili a tutta la comunità scientifica e magari anche ai cittadini. Infatti i cittadini (quindi tutti noi, che siamo cittadini prima ancora che operatori sanitari) sono coloro che poi dovranno usufruire dei risultati della ricerca. L’iniziativa, il cui titolo completo è All Trials Registered, All Results Reported è stata lanciata da varie istituzioni come Sense About Science, Bad Science, BMJ, James Lind Initiative, The Centre for Evidence-based Medicine oltre che da vari gruppi di pazienti e ricercatori. La versione italiana dell’iniziativa Alltrials è a cura del Gimbe.

L’importanza di questa iniziativa, per la quale il Blog Scire ha già firmato, nasce dal fatto che ormai si sa da tempo che molti trial vengono realizzati ma non sono mai pubblicati e questo cosiddetto underreporting fa danni enormi, che sono stati valutati da Iain Chalmers ancora maggiori dei danni che fa il fenomeno della falsificazione della ricerca. Infatti, mentre la falsificazione è un evento tutto sommato sporadico, la mancata pubblicazione dei risultati dei trial è molto frequente. Dietro l’underreporting ci può essere il conflitto di interesse dello sponsor della ricerca, che magari non vuole pubblicare dati che potrebbero rovinare la piazza all’ultimo farmaco che si sta per lanciare sul mercato, ma può esserci anche lo scarso interesse da parte delle riviste mediche a pubblicare studi che hanno avuto risultati negativi. Mentre invece anche uno studio con un risultato negativo (“il farmaco x non è efficace per la patologia y”) sarebbe decisamente importante.

La mancanza di questi risultati negativi, infatti, porta a sovrastimare, ad esempio in corso di una revisione sistematica, l’efficacia di un trattamento, e può anche indurre una sottostima degli effetti indesiderati. E’ questa una delle vie attraverso le quali sopravvivono per anni nella pratica clinica interventi di efficacia dubbia o nulla. E’ facile immaginare che danno ne possa derivare per i pazienti (quindi per tutti noi) , e l’effetto che l’underreporting può avere su quelli che sarebbero sprechi evitabili nell’assistenza sanitaria. Senza contare che la mancata pubblicazione dei risultati dei trial è scorretta nei confronti dei pazienti che hanno accettato di entrare come soggetti in quel trial. Infatti i pazienti si sono assunti i rischi della sperimentazione, ad esempio di un nuovo trattamento per il quale il rapporto rischi/benefici non è ancora conosciuto, principalmente per dare un contributo allo sviluppo delle conoscenze. Ma senza pubblicazione non vi è alcun avanzamento delle conoscenze, anzi, ne deriva una manipolazione delle nuove acquisizioni.

L’obbligo di pubblicare i trial in appositi registri è considerato a livello internazionale un ottimo sistema per evitare che gli studi spariscano, non arrivino mai alla pubblicazione, restino nei cassetti di chi ha interesse a che ciò accada. L’ Associazione Alessandro Liberati – Network Italiano Cochrane (ALi–NIC), intitolata ad Alessandro Liberati, punto di riferimento dell’Evidence Based Medicine italiana, da poco scomparso, è presieduta da Luca de Fiore, vice-presidente Paola Mosconi. Questa nuova associazione, che non ha fini di lucro e persegue finalità di solidarietà sociale, promuove, in Italia e nei paesi europei, le attività della Cochrane Collaboration, con particolare riferimento alla cultura della medicina basata sulle prove di efficacia. L’associazione sostiene attività di ricerca, formazione e aggiornamento sulle metodologie per la valutazione della efficacia e qualità degli interventi sanitari, tenendo sempre in primo piano il coinvolgimento attivo dei cittadini e delle loro associazioni. L’Associazione Alessandro Liberati – Network Italiano Cochrane (ALi–NIC), sperimenta inoltre iniziative di disseminazione dei risultati della ricerca scientifica sull’efficacia degli interventi sanitari e socio-sanitari.

 
 
 
# 1
Grazie mille, caro Danilo, per aver segnalato la petizione AllTrials. Riprenderemo il tuo commento sul sito della Associazione intitolata ad Alessandro Liberati, con l'entusiasmo rinnovato che ci viene dall'impegno di persone come te.
di  Luca De Fiore, Associazione Alessandro Liberati  (inviato il 23/04/2013 alle 11:09:44)
# 2
Segnalare la possibilità di aderire a questa petizione, è un utile servizio che si compie nei riguardi di tutte le persone, pazienti, clinici, ricercatori, coinvolti nelle scelte sanitarie. Grazie per averlo fatto
di  Laura Amato, Network Italiano Cochrane  (inviato il 23/04/2013 alle 11:33:43)
# 3
Grazie anche per avere citato la nostra adesione: la Fondazione GIMBE ha lanciato il sostegno ad AllTrial il 10 gennaio 2013. Segnalo anche l'editoriale del BMJ tradotto e pubblicato su Evidence.
http://www.evidence.it/articolodettaglio/209/it/383/tutti-i-trial-devono-essere-registrati-e-tutti-i-risultati-pubbl/articolo
di  Nino Cartabellotta. Fondazione GIMBE  (inviato il 23/04/2013 alle 13:29:10)
# 4
C'é un altro rischio di figuraccia per la sanitá e la ricerca italiane: mi riferisco all'imminente approvazione del decreto Balduzzi per il "metodo Stamina". Anche in questo caso, a mio parere, bisogna coalizzarsi per evitare un'altra terapia "Di Bella
di  Rosario Carulli  (inviato il 23/04/2013 alle 17:44:59)
 
Anti-Spam: digita qui sotto le 6 cifre CAPTCHA

Testo (max 1600 caratteri)

Nome e Cognome, Struttura o Associazione di appartenenza

e-Mail oppure Link


Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato
 
 
 
 
Danilo di Diodoro
Chi è Danilo di Diodoro Chi è Danilo di Diodoro
Medicina delle Meraviglie Medicina delle Meraviglie
(lettura online su Blogspot)
Medicina delle Meraviglie Medicina delle Meraviglie
(scarica il formato epub)
Medicina delle Meraviglie Medicina delle Meraviglie
(scarica il formato mobi)
Segui su Twitter Danilo di Diodoro
 
Titolo
Inserisci una parola chiave
 

 
Titolo
Podcast (25)
Post (176)

Raccolti per mese:


Ultimi commenti:

Ciao a tutti, voglio solo dare...
16/08/2019 alle 22:25:00
di melisa eva

Attenzione:Stai cercando una R...
21/06/2019 alle 00:19:09
di MRS KATHY HALL

Per Clementoni Tretti: le evid...
12/10/2018 alle 16:00:14
di Roberto Iovine

Ancora sull’omeopatia??????Leg...
12/10/2018 alle 15:55:56
di Roberto Iovine

Mi piacerebbe capire se la cur...
12/10/2018 alle 10:22:49
di M.Clementoni Tretti Mov.x i diritti del malato BS

Sarebbe utile che i medici di ...
30/03/2018 alle 13:50:31
di Marisa Clementoni Tretti Mov. Diritti del malato

Perché non lo sappiamo che i 2...
22/11/2017 alle 11:48:38
di libero professionista


 
Titolo

È il sito di social bookmarking di Scire. Tienilo d'occhio, ci troverai link ad articoli importanti, man mano che sono pubblicati. Ultimo aggiornamento: 26 giugno 2015

   

Si legge: "doc to doc", da medico a medico. È un luogo di discussione e scambio di opinioni tra medici di tutto il mondo.


 
Titolo

È la raccolta dei principali collegamenti citati nei post. Compaiono qui sotto quelli più recenti; gli altri si visualizzano cliccando qui, o in fondo, su
Storico Storico


 
 
 
 
 
Per visualizzare i feed in Internet Explorer è necessario disporre di MSXML3 SP5 o vers. successiva.
 
 
Ci sono 109 persone collegate

 
 
Web Site Store Bologna
Web Design & Development
ICT Business Solutions