Blog Scire
Letteratura medica per la pratica clinica
Danilo di Diodoro – Informazione scientifica applicata – Azienda Usl di Bologna
 
Home Page
 
di Danilo di Diodoro (pubblicato il 21/07/2017 alle 11:08:50, in Post)

Farsi visitare dal proprio medico di famiglia periodicamente, diciamo una volta l’anno, anche quando si è in salute e non si ha alcun sintomo specifico. Ma ha un senso? Può essere utile per scoprire eventuali malattie o svelare in anticipo disturbi ancora silenti? Riduce il rischio di ammalarsi e può essere addirittura uno stratagemma per campare più a lungo? Si sono posti queste domande...

Continua a leggere questo post...

 
di Danilo di Diodoro (pubblicato il 04/05/2017 alle 12:00:00, in Post)

Giovedì 4 maggio 2017

Si discute molto, sui media tradizionali e sui social network, sull’efficacia e la sicurezza dei vaccini, come se fosse un tema sul quale le opinioni personali contano quanto i fatti acquisiti dalla ricerca scientifica. Viene da chiedersi come mai non si discuta altrettanto vivacemente sul trattamento dell’infarto del miocardio o sulla pericolosità dei Raggi X...

Continua a leggere questo post...

 
di Danilo di Diodoro (pubblicato il 27/03/2017 alle 11:40:49, in Post)
Lunedì 27 marzo 2017

Ormai ci siamo: cominciano a entrare nella pratica clinica le prime applicazioni dei sistemi di editing genetico. Si tratta di tecniche che consentono di intervenire sul DNA modificandolo in maniera puntuale, proprio come si farebbe, in un testo, con la correzione di una pavala… parola. Si usano una sorta di forbici biologiche, ad esempio enzimi chiamati Transcription activator-like effector nucleases (TALENs), capaci di correzioni molto precise. Questa tecnica è stata recentemente utilizzata in Gran Bretagna per il trattamento di un bambino piccolo affetto da una forma refrattaria di leucemia linfoblastica, e ha mostrato di funzionare decisamente bene...

Continua a leggere questo post...

 
di Danilo di Diodoro (pubblicato il 27/01/2017 alle 09:20:00, in Post)
Venerdì 27 gennaio 2017

Esiste una scala sorprendentemente evidente che accoppia la posizione socio-economica di ogni singolo individuo con il suo livello di salute e perfino con la sua aspettativa di vita. Quindi non è solo vero che chi è povero ha una salute peggiore rispetto a chi è benestante, ma è anche vero...

Continua a leggere questo post...

 
di Danilo di Diodoro (pubblicato il 24/11/2016 alle 09:02:33, in Post)
Giovedì 24 novembre 2016

Ogni singolo comitato etico ha quella che chiamerò una sua cultura di riferimento, non sempre esplicitamente chiara neppure ai componenti, che però ne determina le caratteristiche di funzionamento. Queste culture possono anche essere abbastanza difformi, e probabilmente rappresentano la causa più profonda del fenomeno della diversità di pareri che i vari comitati emettono alle volte sulle medesime sperimentazioni. Ma sono anche alla base ...

Continua a leggere questo post...

 
di Danilo di Diodoro (pubblicato il 25/08/2016 alle 08:49:48, in Post)
Giovedì 25 agosto 2016

Titola il Times di Londra: “Scienziati creano il primo farmaco per fermare l’Alzheimer”, mentre il New York Times titola: “Il farmaco LMTX contro l’Alzheimer vacilla nella parte finale dei trial”. Ancora più esplicito il Wall Street Journal: “Farmaco sperimentale contro l’Alzheimer fallisce nei trial clinici”. Insomma, mentre i giornali inglesi, compresi il Telegraph e il Daily Mail, riportano notizie eclatanti sull’efficacia di questo nuovo farmaco, i giornali americani dichiarano apertamente che invece non funziona, che i trial clinici hanno dimostrato la sua inefficacia. Una situazione paradossale e imbarazzante che è stata riportata sul BMJ da Jacqui Wise, giornalista londinese che ha seguito la vicenda

Ecco i retroscena mediatici...

Continua a leggere questo post...

 
di Danilo di Diodoro (pubblicato il 05/07/2016 alle 07:57:28, in Post)

Martedì 5 luglio 2016.

Che impatto hanno i media sui comportamenti delle persone nell’ambito della salute e delle scelte sanitarie? Quanti decidono di seguire o meno una terapia a seconda di quello che leggono sui giornali, vedono in televisione o incrociano sui social media? L’impatto sui comportamenti sembrerebbe esserci eccome, stando almeno a una ricerca appena pubblicata sul BMJ dalla quale emerge che molti inglesi avrebbero smesso di assumere statine per la prevenzione cardiovascolare primaria o secondaria, dopo che sui media è sbarcata una lunga polemica sul bilanciamento fra benefici e rischi di questi farmaci.

La storia è iniziata nel 2013, quando ...

Continua a leggere questo post...

 
di Danilo di Diodoro (pubblicato il 07/06/2016 alle 09:13:34, in Post)

Martedì 7 giugno 2016

Può risultare difficile da credere per chi non è esperto del settore, ma i farmaci continuano a essere considerati soprattutto un prodotto che risponde a logiche di mercato piuttosto che a quelle della sanità, o per meglio dire, alle esigenze delle persone, dei pazienti. A puntare il dito ancora una volta su questo aspetto preoccupante della sanità contemporanea, in una comunicazione pubblicata sul BMJ è Silvio Garattini, direttore dell’Istituto di ricerche farmacologiche Mario Negri di Milano. Voce indipendente per antonomasia, Garattini fa un aperto confronto tra l’European Medicines Agency (EMA) di oggi e quella del 2000, rilevando come siano molti i problemi ancora aperti, soprattutto perché, come recita il titolo del suo intervento, l’EMA risulta essere ancora troppo vicina all’industria (e troppo lontana dai bisogni dei pazienti). L’EMA è l’agenzia pubblica responsabile della valutazione scientifica, della supervisione e del monitoraggio di sicurezza dei farmaci sviluppati dall’industria farmaceutica per essere utilizzati all’interno dell’Unione Europea.

Uno dei problemi tuttora irrisolti segnalati da Garattini consiste nel fatto che ...

Continua a leggere questo post...

 
di Danilo di Diodoro (pubblicato il 11/03/2016 alle 09:59:02, in Post)

Venerdì 11 marzo 2016

E’ molto probabile che l’infezione da virus Zika sia la causa di conseguenze neurologiche come la sindrome di Guillain-Barré e lo sviluppo di microcefalia in bambini nati da madri infettate. E’ la conclusione a cui giunge un editoriale del New England Journal of Medicine (NEJM), che spiega anche cosa c’è dietro quel “molto probabile”. In pratica ci troviamo in una di quelle situazioni della conoscenza medica in cui si accumulano segnalazioni provenienti da studi epidemiologici, ma nella quale mancano prove certe della relazione causale. E’ una situazione interessante, perché aiuta a capire quanto sia difficile l’accertamento della relazione causale, che troppo spesso viene assunta in presenza di semplici osservazioni sul campo.

L’infezione da virus Zika ...

Continua a leggere questo post...

 
di Danilo di Diodoro (pubblicato il 28/10/2015 alle 15:25:44, in Post)

Mercoledì 28 ottobre 2015.

Carne sì, carne no, carne bianca, rossa, trasformata. I media impazziscono sull’indicazione della Organizzazione Mondiale della Sanità riguardante i possibili rischi cancerogeni legati all’uso di carne rossa o trasformata. Cerchiamo di capire esattamente come stanno le cose. Riporto qui sotto alcune informazioni essenziali...

Continua a leggere questo post...

 
di Danilo di Diodoro (pubblicato il 15/10/2015 alle 10:20:23, in Post)

Giovedì 15 ottobre 2015.

C’è uno strano e misconosciuto fenomeno in Medicina, che ha grande impatto su qualità ed esiti delle cure. È un’irrealistica aspettativa dei possibili benefici derivanti da indagini diagnostiche e trattamenti. Al contrario, vige un atteggiamento pessimistico rispetto alle conseguenze dello scegliere di non effettuarli. È un atteggiamento cognitivo che riguarda i clinici e di conseguenza anche i pazienti, i cittadini. In altre parole, si temono molto più i possibili esiti sfavorevoli conseguenti al non aver fatto un certo test o un certo trattamento, piuttosto che le possibili conseguenze negative dell’aver fatto quel certo test o trattamento. Il fenomeno è emerso chiaramente da una recente revisione sistematica di tutti gli studi che hanno valutato quantitativamente le aspettative di beneficio o danno di test clinici e trattamenti. Agli esiti di questa revisione sistematica e di altri studi che affrontano questo fenomeno, la rivista JAMA Internal Medicine ha dedicato un editoriale .

A monte del fenomeno c’è un sentimento di fiducia non sempre giustificata sulle qualità protettive e riparatrici della Medicina e dei servizi sanitari. Fiducia sostenuta anche da un certo atteggiamento trionfalistico dei media...

Continua a leggere questo post...

 
di Danilo di Diodoro (pubblicato il 22/09/2015 alle 07:47:46, in Post)

Martedì 22 settembre 2015

E adesso si va indietro a fare le pulci agli studi clinici la cui interpretazione dei dati da parte degli autori potrebbe essere stata non completa o non del tutto corretta, per errori o manipolazioni. C’è un’iniziativa in tal senso chiamata RIAT (Restoring Invisible and Abandoned Trials). Sotto la spietata lente del RIAT è finito lo studio 329 sponsorizzato da una multinazionale del farmaco, che aveva confrontato efficacia e sicurezza di paroxetina e imipramina contro placebo su 275 adolescenti affetti da disturbo depressivo unipolare. ...

Continua a leggere questo post...

 
di Danilo di Diodoro (pubblicato il 11/08/2015 alle 08:33:00, in Post)

Martedì 11 agosto 2015

La legge statunitense Right-to-try (Diritto di provarci), già introdotta nella maggioranza degli stati, consente a pazienti con malattie terminali di chiedere l’accesso a farmaci ancora in fase sperimentale, al di fuori dei trial clinici e senza il permesso per uso compassionevole da parte dell’FDA (Food and Drug Administration). La legge  è stata promossa dal Goldwater Institute e prescrive che la richiesta sia fatta dal medico curante del paziente. Il suo principio ispiratore è velocizzare l’accesso per chi ormai ha poco tempo davanti a sé e anche di deburocratizzarlo. Ne parla un articolo pubblicato su JAMA, intitolato Questions of safety and fairness raised as Right-to-try movement gains steam, scritto da Julie Jacob. Naturalmente la questione solleva mille problemi di tutti i tipi...

Continua a leggere questo post...

 
di Danilo di Diodoro (pubblicato il 30/06/2015 alle 09:03:34, in Post)

Martedì 30 giugno 2015

Non esiste una relazione significativa tra il colesterolo che ingeriamo con la dieta e quello che ci ritroviamo nel sangue. Non è così utile indicare un limite restrittivo alla quantità di grassi che possono essere assunti quotidianamente. Sono due delle grosse novità presenti nel report del Dietary Guidelines Advisory Commettee americano  citato da JAMA. Il report viene scritto da esperti che revisionano le ultime prove provenienti dalla ricerca, e su di esso si basa l’aggiornamento quinquennale delle Dietary Guidelines for Americans emesse dal Department of Agricolture e dal Department of Health and Human Services, che influenzano nelle loro scelte alimentari non solo i singoli cittadini, ma anche mense scolastiche, degli uffici e delle forze armate, ristoranti, industria alimentare. Le nuove indicazioni rappresentano una vera e propria rivoluzione, che capovolge le indicazioni degli ultimi 40 anni, e fa sparire la precedente raccomandazione di non superare il 30-35 per cento di grassi nella dieta. Infatti sembra ormai proprio accertato che non esiste una relazione tra la quantità di grassi presenti nella dieta e il rischio di eventi cardiovascolari.

Tuttavia attenzione, non si tratta di un “liberi tutti”...

Continua a leggere questo post...

 
di Danilo di Diodoro (pubblicato il 08/06/2015 alle 08:15:59, in Post)

Lunedì 8 giugno 2015

Un po’ magici, ti fanno sentire parte di una scienza medica nuova ed eccitante: sono i suffissi “-oma” e “-omica” che spuntano numerosi, così che dopo la genomica, abbiamo anche la proteomica, la farmacogenomica, la metabolomica, l’epigenomica, eccetera. È bene farsi trovare preparati, guai a fare la faccia da pesce lesso quando si sentono pronunciare le parole nuove della medicina personalizzata o di precisione. Dietro queste nuove parole c’è la ragionevole aspettativa di un cambiamento radicale al quale sta andando incontro la Medicina, come ricorda anche la Precision Medicine Initiative che indica la strada verso una Medicina che terrà sempre più conto delle variabili genetiche individuali. L’enorme potenza informatica di gestione dei dati oggi disponibile rende possibile personalizzazioni fino a poco tempo fa impensabili.

Secondo il dottor Roy Ziegelstein del Department of Medicine della Johns Hopkins University di Baltimora, che ha scritto una riflessione in merito...

Continua a leggere questo post...

 
 
 
 
 
Danilo di Diodoro
Chi è Danilo di Diodoro Chi è Danilo di Diodoro
Medicina delle Meraviglie Medicina delle Meraviglie
(lettura online su Blogspot)
Medicina delle Meraviglie Medicina delle Meraviglie
(scarica il formato epub)
Medicina delle Meraviglie Medicina delle Meraviglie
(scarica il formato mobi)
Segui su Twitter Danilo di Diodoro
 
Titolo
Inserisci una parola chiave
 

 
Titolo
Podcast (24)
Post (170)

Raccolti per mese:


Ultimi commenti:

Consiglio vivamente a tal prop...
21/07/2017 alle 17:38:47
di Rosario Carulli

La visita dal proprio medico è...
21/07/2017 alle 15:34:59
di Loredana Nazziconi. Mmg

Sono la componente laica (tuto...
08/05/2017 alle 10:48:52
di Marisa Clementoni Tretti - Mov. Diritti del Malato

Articolo interessante. La part...
05/05/2017 alle 18:59:59
di Enrico Delfini. Mmg

Caro Danilo concordo in tutto ...
05/05/2017 alle 10:30:05
di Piero de Carolis Neurologo AUS Bo

Ho trovato quanto scrivi estre...
05/05/2017 alle 10:10:07
di Leo Orselli cardiologo territoriale AUSL Bologna

Viene sottolineata ancora una ...
29/08/2016 alle 12:30:25
di Leo Orselli Cardiologo Territoriale Ausl Bologna


 
Titolo

È il sito di social bookmarking di Scire. Tienilo d'occhio, ci troverai link ad articoli importanti, man mano che sono pubblicati. Ultimo aggiornamento: 26 giugno 2015

   

Si legge: "doc to doc", da medico a medico. È un luogo di discussione e scambio di opinioni tra medici di tutto il mondo.


 
Titolo

È la raccolta dei principali collegamenti citati nei post. Compaiono qui sotto quelli più recenti; gli altri si visualizzano cliccando qui, o in fondo, su
Storico Storico

21/07/2017
Il Grand Round sugli Annals of Internal Medicine
Should Patients Have Periodic Health Examinations?

05/05/2017
L'editoriale del NEJM
Resisting the Suppression of Science

27/03/2017
L'articolo sui Proceedings of the National Academy of Sciences of the United States of America
Highly efficient Cas9-mediated gene drive for population modification of the malaria vector mosquito Anopheles stephensi

27/03/2017
L'editoriale su JAMA
Ethical and Societal Questions Loom Large as Gene Editing Moves Closer to the Clinic


 
 
 
 
 
Per visualizzare i feed in Internet Explorer è necessario disporre di MSXML3 SP5 o vers. successiva.
 
 
Ci sono 12 persone collegate

 
 
Web Site Store Bologna
Web Design & Development
ICT Business Solutions